Chi Siamo
Sviluppare Business
Consulenza
Comunicazione
Clienti
Photogallery
Archivio
Contatti
Network
Our Work
Big&Small
Unica Italia

15 GIUGNO 2010
INSIEME PER IL "FRASCATI, VINO DI ROMA"


(Castellinews.it) 14 giugno 2010. Nell'ottica del rilancio delle risorse agricole dell'agro romano, l'Assessore alle attività produttive del Comune di Roma Davide Bordoni, insieme ai Sindaci Di Tommaso e Gori e al Presidente del Consorzio Tutela Denominazione Frascati Mauro De Angelis si sono riuniti con l'obiettivo di promuovere la produzione vinicola.
Insieme per il "Frascati, vino di Roma"
È stata presentata nella mattina di lunedì 14 giugno presso la sala del Carroccio in Campidoglio l'iniziativa "Frascati, vino di Roma", insieme all'Assessore alle attività produttive, lavoro e litorale del Comune di Roma Davide Bordoni, al Sindaco di Frascati Stefano Di Tommaso, al Sindaco di Monte Porzio Catone Luciano Gori e al Presidente del Consorzio Tutela Denominazione Frascati Mauro De Angelis. Il progetto è volto alla promozione e alla valorizzazione della produzione vinicola doc di Frascati nella Capitale e comprende una serie di iniziative promozionali destinate a potenziare la distribuzione del marchio Frascati Doc a Roma, nell'ottica del rilancio delle risorse agricole dell'agro romano. Tra le iniziative in programma, si prevedono giornate di degustazione, una campagna promozionale e l'organizzazione di un corso di formazione professionale. Con 1500 ettari di superficie viticola, Roma copre il 45% della produzione del Frascati Doc, che comprende anche i Comuni di Frascati, Grottaferrata, Monteporzio Catone e parzialmente Montecompatri. Inoltre, su un totale di circa 900 imprese viticole coinvolte nella produzione di vino di Frascati, circa 330 aziende risiedono nel territorio comunale di Roma.

Il marchio di origine controllata di Frascati si divide in diverse tipologie di vino di riconosciuta qualità e fama, come il Frascati, il Frascati Superiore, il Cannellino e lo Spumante. Ogni anno si producono 160.000 quintali di uva e 115.000 ettolitri di vino, di cui circa la metà derivati da terreni coltivati nel Comune di Roma. Di questa produzione, il 75% viene venduto all'estero, mentre il 25% è distribuito in Italia, di cui l'11% viene venduto a Roma. Ogni anno vengono prodotte circa 15 milioni di bottiglie di vino Frascati, i principali mercati esteri sono: Gran Bretagna, Germania, Usa, ed in percentuali inferiori ma rilevanti in altri paesi europei ed extraeuropei, con un crescente interesse nei nuovi mercati dei paesi che solo adesso guardano con interesse i vini italiani. Il Frascati rimane denominazione di assoluto riferimento per la nostra Regione ed uno dei marchi più noti al mondo.

«Promuovere il Frascati Doc – ha detto il presidente del Consorzio Mauro De Angelis - oggi è evidenziarne i progressi qualitativi, scoprirne la territorialità, vuol dire buone pratiche agronomiche, lavoro di cantina, uomini e donne che partecipano alla creazione di questo vino, valorizzando e preservando un patrimonio economico, ambientale e culturale. Roma è stata artefice del successo della nostra denominazione e oggi chiediamo di riappropriarsi con orgoglio di questo vino che nel mondo la rappresenta». l'Assessore Davide Bordoni del Comune di Roma ha invece dichiarato: «il vino di Frascati è stato uno dei primi in Italia a essere riconosciuto come marchio Doc ed è un punto di forza della produzione agricola romana e un'eccellenza a livello internazionale. Il suo successo è partito da Roma e appunto a Roma vogliamo farlo tornare coinvolgendo la rete distributiva e gli oltre tremila ristoratori romani. Il Frascati è stato uno dei primi vini in Italia a essere riconosciuti come marchio Doc; è una risorsa di Roma, non ha nulla da invidiare ad altre produzioni più famosi e deve diventare il vino di riferimento della Capitale. Valorizzare questo marchio di qualità vuol dire tutelare i prodotti locali, sostenendo il commercio a chilometro zero e creando nuove opportunità di lavoro. Roma fornisce circa la metà della produzione del Frascati Doc e più di 330 imprese residenti nel territorio capitolino fanno parte dell'indotto legato a questo marchio; con questa iniziativa vogliamo dare un forte segnale a favore di centinaia di aziende capitoline e di un settore che occupa migliaia di lavoratori. Il compito delle istituzioni è quello di collaborare per promuovere le realtà e le risorse locali: la valorizzazione del marchio del Frascati Doc, che è importante per Roma sia per il valore storico che economico, rientra in questo ambito».
 
 

 


News / mostra tutte
24 Novembre 2017
intervista di Mauro Loy su RAI 3

Nel programma di approfondimento mattutino del TGR Lazio, Mauro Loy ha presentato il Rapporto elaborato da Methos &...

23 Novembre 2017
Concluso il decennale di Big&Small

Il commercio a Roma vale 14 miliardi di euro. Una stima potenziale dei consumi che rappresenta i...

12 Novembre 2017
Big&Small dieci_Il programma

ROMA CAPITALE.

Nel decennale di Big&Small, Methos presenterà La Geografia commerciale di roma. ...


L'analisi di Methos sul commercio a Roma

Nel decennale di Big&Small, Methos presenterà La Geografia commerciale di roma. Mappatura ed opportunità di sviluppo per la filiera distributiva": un importante lavoro di analisi e monitoraggio della situazione commerciale romana, ...


Big&Small. La decima edizione

Big&Small la decima edizione è in programma a Roma all'Hotel Rome Cavalieri (Via Cadlolo, 101) il 22 Novembre 2017 alle ore 10.00

La decima edizione dal titolo “Roma Capitale. La via del commercio, la citt&agrav...


Artigiani del Cibo. Il think tank sull'artigianato enogastronomico

 “Artigiani del Cibo” : nasce il think thank sull’artigianato enogastronomico per promuovere un mercato trasparente e rivendicare il diritto dei consumatori ad un cibo buono, sano e nutriente. 

Il 21 Giugno...




Home       Chi siamo       Contattaci       Privacy e Cookie Policy

Methos S.r.l.      Reg. Impr. Roma, Cod. Fiscale, Part. IVA 04460801006      R.E.A. Roma N. 768665      Cap. Soc. 10.400,00 I.V.